LA LINFA DI BETULLA con Limone e Miele per la 1°pulizia di primavera

Febbraio è il mese che gli antichi romani dedicavano ai rituali della depurazione. Il nome stesso deriva dal latino “februare” che significa appunto “purificare”, “rimediare agli errori”. Gli antichi saggi, infatti, sapevano bene che era importante prepararsi ad accogliere la primavera e la rinascita della Natura in perfetta forma.

Linfa di betulla

La funzione della linfa di betulla

Negli esseri umani (e negli animali) la linfa svolge la funzione di raccogliere liquidi e materiale di scarto, come scorie metaboliche e tossine dalla periferia per poi veicolarlo agli organi emuntori (fegato, reni, polmoni, pelle).

Quando il prezioso sistema di drenaggio linfatico va in tilt si possono accumulare notevoli quantità di liquidi negli spazi interstiziali, provocando ritenzione liquida, cellulite, trattenendo in questo modo sostanze dannose che intossicano l’organismo.

Inoltre la linfa non viene spinta dall’attività cardiaca, ma scorre nei vasi linfatici, mossa dall’azione dei muscoli. Contraendosi e rilassandosi, questi tessuti funzionano come una vera e propria pompa. Quando tale azione viene meno, per esempio a causa dell’eccessiva immobilità, la linfa tende a ristagnare, accumulandosi nei tessuti. Per questo motivo piedi e caviglie si gonfiano quando si rimane a lungo in piedi in una posizione statica o si fa poca attività fisica.

Ed è a questo punto che prima dell’inizio della primavera che consigliamo la linfa di betulla per depurarsi, magari unita a succo di limone e/o miele come vedremo in seguito in questo articolo

Linfa di betulla

I benefici della linfa di betulla

La linfa betulla caratterizzata da una prorompente forza vitale aiuta a depurare i tessuti corporei in profondità, liberandoli dalle scorie ed evitando le infiammazioni che sono responsabili della comparsa di alcune fra le patologie degenerative più gravi, persino del cancro. La linfa di betulla ci aiuterà a proteggere e rigenerare gli organi o i distretti corporei in questo mese:  apparato digerente, vie urinarie, vie respiratorie, sistema nervoso e tessuto cutaneo. Una cura di soli 15 giorni con la linfa di betulla recuperi l’energia, digerisci meglio, riattivi la diuresi, alzi le difese immunitarie e depuri anche la pelle. La linfa di betulla è utile a chi tende a bere poco, ama soprattutto i sapori forti (salato, piccante, spezie ecc.) e non disdegna il caffè, che consuma più volte al giorno. Questa tipologia tende a soffrire di cistiti, uretriti e candida (vaginale). Col tempo tende a sviluppare anche sabbia renale, microcalcoli o veri e propri calcoli alle vie urinarie.

Perciò prima dell’inizio della primavera consigliamo la linfa di betulla per depurarsi, magari unita a succo di limone e/o miele come vedremo in seguito in questo articolo

linfa di betulla

Come utilizzare la linfa di betulla

La miglior cura da mettere in pratica in questa stagione fa perno sulla depurazione, da realizzare bevendo, per almeno 15giorni, la linfa di betulla arricchita col succo di limone e il miele: l’estratto di questo albero sacro per le tradizioni nordiche, che per primo annuncia il disgelo, è infatti una miniera di minerali depurativi (primo tra tutti il potassio) ed è in grado di sciogliere i veleni (tossine alimentari, residui di farmaci) accumulati in qualsiasi parte del corpo, di rimuovere le vecchie scorie e di espellere da sangue e tessuti le cellule deperite.

L’abbinamento col succo di limone, inoltre, garantisce una profonda azione disinfettante e digestiva, mentre il miele rimineralizza, sgonfia e disinfiamma la flora intestinale. Bevilo la mattina per un mese prima di colazione.

Procurati della linfa di betulla, versane mezzo bicchiere (100ml) e aggiungi il succo di un limone appena spremuto; dolcifica con un cucchiaino di miele, mescolando bene. Bevi il drink a digiuno, prima di colazione, per almeno 15 giorni. La bevanda a base di linfa di betulla, succo di limone e miele è anche un’ottima cura preventiva contro gotta, reumatismi e artrite: questo mix di ingredienti naturali svolge una profonda azione detossinante e antinfiammatoria su ossa e cartilagini e impedisce il deposito di acidi urici nei tessuti.

La linfa di betulla ha un’ottima azione diuretica e ripulisce dalle scorie e dagli acidi urici l’apparato urogenitale. Il succo di limone migliora la funzione digestiva, rivitalizza i tessuti epatici e purifica la bile e i succhi gastrici. Abbinato a betulla e succo di limone, il miele esplica al meglio la sua funzione leggermente lassativa e ricostituente.

In sintesi nel mese di Febbraio, da sempre il mese dedicato alla depurazione, assumiamo per 15 giorni la Linfa di betulla. Oibò consiglia la linfa di betulla di Naturetica. Puoi assumerla assoluta, con succo di limone oppure per un’azione ricostituente unita al miele. Ma ricorda che l’unione fa la forza perciò all’azione della linfa di betulla affianca, acqua, una sana alimentazione privilegiando verdura di stagione e un po’ di attività fisica come ad esempio camminare all’aperto respirando aria fresca e pulita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.